Destiny 2 – I Rinnegati

Produttore: Activision
Sviluppatore: Bungie
Lingua: Italiano
Versione: Pal
Genere: FPS – Sparatutto in Prima Persona
Giocatori: Solo Online
PEGI: 16

Il secondo capitolo del brand Destiny al momento non se la sta passando benissimo, soprattutto per via di un netto calo dell’utenza attiva.  Questo forse per alcune scelte errate degli sviluppatori che hanno deciso di metterci una pezza proprio con l’ultima espansione intitolata I Rinnegati.

IL PARERE DEI PLAYERS

Cominciamo subito con il dire che questo nuovo DLC è il frutto di mesi di lavoro certosino così come di un ascolto profondo dei pareri e delle lamentale dei giocatori. Bungie si è molto impegnata in questo senso e proprio da questo capitolo si potrebbe iniziare a risalire la china.

Con la patch 2.0 sono stati introdotti netti cambiamenti nell’aspetto del gameplay soprattutto per quanto concerne il sistema dell’arsenale.
I passi da gigante rispetto alla Maledizione di Osiride balzano subito all’occhio. Manca ancora l’esperienza del raid ma vedremo presto di cosa si tratta nel dettaglio.

COME NEL FAR WEST

La storia vede Cayde-6  morire per mano di Uldren Sov. Si scatena quindi un duello diretto e personale con personaggi forti, spinti da grandi motivazioni.
Una storia che si regge in piedi anche senza conoscere i pregressi di Destiny e quindi questo è un bene anche per i neofiti. Dovremo quindi vendicarci di Uldren dopo avere scatenato un’evasione di massa dalla Prigione degli Antichi. Per arrivare all’assassino dovremo anche fare fuori uno dopo l’altro i suoi accoliti Baroni.
Dovremo quindi sconfiggere nella campagna tutti e otto questi personaggi, nell’ordine che più ci aggrada anche se alcuni sono più forti di altri e quindi richiedono un maggior pregresso.  Le missioni sono molto variegate e di stampo aperto e quindi la personalità forte di ciascun personaggio renderà gli scontri veramente spettacolari. Viene introdotta anche una nuova tipologia di caduto ossia lo Scorn.

FILMATI E GIOCO

Il titolo ha fatto passi da gigante anche sotto il profilo grafico, con filmati maestosi che introducono l’azione e che si confondono perfettamente con il gioco in sé e per sé.
Il setting questa volta è da un lato The Tangled Shore e il regno degli Awoken ovvero la città sognante. Tangled Shore è dove dimorano i Baroni ed è un concentrato di spazzatura spaziale ricco di anfratti e cunicoli. Tutto è curato nei minimi particolari, dagli scorci del cielo viola ai personaggi da Far West come The Spider e Petra Venj.
The Dreamning City è invece ricca di segreti da scoprire e ottime possibilità di eventi da tre persone.

NUOVE SOTTOCLASSI

In questa espansione arrivano anche le sottoclassi con nuove abilità con nove superpoteri in totale da poter utilizzare quindi.
Warlock fungerà soprattutto da supporto mentre Titano con il suo attacco a missile è diventato di una potenza sconvolgente.  La gestione delle armi vede la possibilità di condividere tre fucili ma con un maggiore dispendio di munizioni dato che tutte le armi condivideranno le stesse munizioni.
I perk poi vengono finalmente generati in maniera casuale.  Presente anche la modalità Gambit in cui vi è una miscellanea di PvE e PvP con squadre di quattro persone che devono fare piazza pulita degli avversari e sbancare.
Gli avversari fanno lo stesso in un’altra arena speculare. Poi va ucciso un boss a livelli alternati. Il nuovo livello massimo da poter raggiungere è 50 e il grado di potere è fissato a 600 punti, ossia il doppio che in passato.

Grazie a tutte queste introduzioni possiamo tranquillamente affermare che Destiny 2 è nettamente rientrato in carreggiata. Un ottimo inizio di secondo anno che sicuramente farà ritornare all’ovile tantissimi giocatori che avevano abbandonato questo franchise.

Review a cura di Luca Longobardi

Votazione:

Grafica: 8.5
Sonoro: 9
Giocabilitá: 9
Longevitá: 8.5
Voto Finale: 8.8
Tante ottime novità a livello di storia, di meccaniche di gameplay e di modalità; ancora qualche bug grafico di troppo da eliminare.

3.8

Consigliato da Overgame

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*