Samsung/Safer Internet Day: Samsung Italia lancia Safer Mobile

In occasione del Safer Internet Day 2018, Samsung lancia Safer Mobile, una campagna di sensibilizzazione per l’utilizzo corretto e sicuro di Internet su smartphone e tablet

Oggi, martedì 6 febbraio, è il Safer Internet Day (SID), l’evento annuale, organizzato a livello locale e internazionale, volto alla promozione dell’uso sicuro e responsabile del web e delle nuove tecnologie, in particolare tra i bambini e i giovani di tutto il mondo.

Per l’occasione, Samsung Electronics Italia lancia Safer Mobile, la propria campagna di sensibilizzazione online, che si declina con una guida che espone in maniera semplice e diretta i 10 punti base per la messa in sicurezza dei dispositivi mobili, a partire da smartphone e tablet; i punti del vademecum saranno declinati nei prossimi giorni e settimane sui canali Facebook e Twitter dell’Azienda in Italia, con l’obiettivo di diffondere in maniera quanto più estesa i propri consigli per la messa in sicurezza dei dispositivi mobili attraverso le proprie piattaforme online, che raggiungono ogni giorno centinaia di migliaia di italiani.

La campagna si avvale del supporto del famoso vignettista Giacomo Bevilacqua (‘A Panda piace’), che ha messo a disposizione tutto il suo estro per la creazione di 10 vignette dedicate ai singoli punti della guida Safer Mobile, utili a diffondere i principali consigli sulla sicurezza in ambito mobile in maniera semplice e accattivante per le persone di qualsiasi età, a partire dai ragazzi e le ragazze in età scolastica, soggetti tra i più esposti alle minacce della rete e ai fenomeni del cyberbullismo.

Gli ultimi progetti di Samsung Italia nell’ambito della sicurezza online per i più giovani e la lotta al cyberbullismo

Il progetto Safer Mobile si accompagna alle diverse iniziative messe in campo da Samsung Italia negli ultimi anni, dedicati alla sicurezza online e alla lotta al cyberbullismo. Tra le ultime attività vi sono Samsung Fair Play per la lotta al cyberbullismo, con la quale l’azienda sta coinvolgendo tutti gli appassionati e il pubblico della pallavolo, dal mondo professionistico a quello dilettantistico, e il progetto Scuole aperte allo sport in collaborazione con il MIUR e il CONI, con il quale Samsung sta convogliando il suo impegno anche all’interno di Samsung Fair Play, l’innovativa piattaforma online che offre a tutti i giovani la possibilità di apprendere lo spirito di un giusto comportamento fuori e dentro al campo di gioco attraverso i valori dello sport. Per l’occasione, Samsung Italia ha sviluppato un decalogo delle 10 regole base del Fair Play contro il cyberbullismo, che sarà utilizzato nei prossimi mesi in una serie di 7 incontri organizzati da Samsung in alcune scuole e associazioni di pallavolo dislocate sul territorio italiano, e che vedrà la partecipazione di un pedagogista, un vignettista, una pallavolista e un dipendente Samsung; in questi eventi sarà spiegata l’importanza dello spirito del Fair Play, e come i ragazzi possono utilizzare in maniera corretta i dispositivi elettronici e i social network per combattere il fenomeno del cyberbullismo; a loro volta, gli studenti saranno supportati dal vignettista per esprimere in forma grafica i concetti più importanti del decalogo Samsung, e i disegni diventeranno degli striscioni utilizzati dagli stessi ragazzi coinvolti nell’iniziativa, come ambassador durante le partite del Campionato di Pallavolo Femminile della Samsung Galaxy Volley Cup 2017-18.

Samsung Italia e la sicurezza online

La prima campagna Samsung di sensibilizzazione relativa alla sicurezza in rete è stata OFF4aDAY, lanciata a ottobre 2015 con il patrocinio della Polizia di Stato, che ha promosso una maggiore conoscenza del cyberbullismo, offrendo al contempo un aiuto concreto alle vittime attraverso il primo servizio di supporto dedicato. L’iniziativa è proseguita con un percorso di sensibilizzazione in 2.000 scuole italiane e con iniziative virali anche durante l’estate del 2015 con una serie di candid camera, realizzate in 3 città italiane – Roma, Firenze, Bologna – che hanno riprodotto nella vita reale le tipiche azioni dei cyber-bulli in rete, mentre importunano le proprie vittime. Samsung è inoltre a fianco del MIUR per promuovere presso i più giovani un uso consapevole di Internet e delle nuove tecnologie: è infatti anche membro dell’Advisory Board del Safer Internet Center.

Per maggiori informazioni sul Safer Internet Day 2018 in Italia: http://www.generazioniconnesse.it/site/it/safer-internet-day/

I 10 punti della guida Safer Mobile

1. Mantenere il dispositivo mobile sempre aggiornato
Bisogna ricordarsi sempre di aggiornare il sistema operativo e gli altri software che si utilizzano: gli aggiornamenti spesso includono patch contro vulnerabilità e minacce alla sicurezza che potrebbero essere utilizzate e sfruttate contro l’utente.
Sui dispositivi Samsung: durante la vita del dispositivo mobile, Samsung rilascia aggiornamenti software ed aggiornamenti dei criteri di protezione di Samsung Knox. Questo è assolutamente normale e garantisce la perfetta funzionalità del prodotto nel tempo. Per questo motivo è importante verificare dal menu Impostazioni la disponibilità degli aggiornamenti rilasciati periodicamente da Samsung ed effettuarne l’installazione. Non installare versioni software non sviluppate da Samsung e non effettuare il root (dall’inglese “radice”) del dispositivo perché, oltreché a invalidare la garanzia del prodotto, riduce enormemente la sua sicurezza.

2. Attivare l’antivirus
Prevenire è meglio che curare… Utilizzare una soluzione di sicurezza (antivirus) che protegga i dati ai quali si tiene di più.
Sui dispositivi Samsung: I terminali Samsung più recenti integrano un software antivirus. E’ bene assicurarsi di attivarlo dal menù Impostazioni.

3. Impostare una tipologia di blocco dello schermo
Questo semplice gesto rappresenta la prima linea di difesa contro l’accesso ai nostri dati personali in caso di tentativo da parte di terzi di accedere al dispositivo, ad esempio in caso di smarrimento o furto. L’impostazione base prevede l’impostazione di una password alfanumerica o di un PIN.
Sui dispositivi Samsung: Oltre alle comuni password/PIN e segno, disponibili su tutti gli smartphone, sui dispositivi Samsung più recenti è possibile impostare lo sblocco dello schermo tramite impronta digitale oppure attraverso la lettura dell’iride. Queste due modalità abilitano un livello di protezione ancora più elevato e al tempo stesso estremamente immediato.

4. Attivare il PIN di blocco della SIM
Molto spesso ci si preoccupa di proteggere il proprio smartphone ma ci si dimentica di impostare un blocco a livello di scheda SIM. E’ consigliabile attivare anche il blocco SIM, per garantire anche la massima protezione della scheda stessa e dei dati che contiene.

5. Installare le applicazioni solo dagli Store ufficiali
E’ consigliabile installare software proveniente solo da fonti attendibili. Gli store ufficiali quali Google Play Store, Apple App Store e Samsung Galaxy Apps sono la scelta più sicura ed offrono maggior protezione rispetto ad applicazioni provenienti da sorgenti non ufficiali. Inoltre, è buona norma impostare il proprio dispositivo affinché, nel menu Impostazioni, l’installazione da sorgenti sconosciute sia disabilitata.
E’ buona cosa verificare anche che l’applicazione che si sta installando sia quella che effettivamente l’utente desidera usare, evitando di installare quelle che hanno semplicemente nomi o logo simili, spesso creati appositamente per trarre in inganno.

6. Verificare le autorizzazioni concesse alle applicazioni
Quando si installa o si utilizza una nuova applicazione, bisogna prestare attenzione alle informazioni alle quali l’applicazione vuole accedere. E’ bene prestare attenzione ai messaggi in cui viene richiesto di autorizzare l’app ad accedere a contenuti del dispositivo; leggerli con cura è un buon modo per verificare che l’applicazione che si sta installando non acceda in maniera inopportuna, e per altri fini, ai propri dati personali.

7. Prestare attenzione quando si forniscono informazioni personali
Il phishing è un tipo di truffa attraverso la quale un malintenzionato cerca di ingannare la vittima convincendola a fornire informazioni personali, codici di accesso, dati della carta di credito o del conto corrente, fingendosi un ente affidabile in una comunicazione digitale. Normalmente il phishing ha l’aspetto di una email che invita l’utente a cliccare un link e ad inserire i propri dati.
E’ fortemente consigliato cancellare tutte le email sospette che si ricevono, specialmente se includono link o allegati. Se si pensa che il messaggio provenga veramente dal mittente indicato, è utile verificare direttamente con il mittente, o con l’azienda per la quale lavora, nel caso in cui l’email provenga da un mittente aziendale.

8. Abilitare la cifratura dei dati
I terminali più recenti abilitano la crittografia dei dati di default; inoltre consentono di proteggere ulteriormente i propri dati in caso di furto o smarrimento attraverso una password che viene richiesta solo all’accensione.
Sui dispositivi Samsung: questa funzione è denominata Avvio Protetto ed è disponibile nel menu Impostazioni. Bisogna ricordare che la crittografia dei dati sulla scheda SD non è di default e va impostata dall’utente per proteggere anche i dati sulla scheda esterna.

9. Abilitare il controllo remoto del proprio dispositivo in caso di smarrimento o furto
Avere la possibilità di geolocalizzare oppure bloccare il proprio telefono a distanza è importante per proteggere i dati personali in caso di smarrimento o furto.
Sui dispositivi Samsung: Samsung mette a disposizione il servizio integrato “Find my Mobile” che permette una gestione puntuale del proprio dispositivo anche quando si trova lontano da noi. E’ bene assicurarsi di aver configurato un Samsung Account sul proprio dispositivo ed aver abilitato la funzionalità dal menu Impostazioni. L’accesso al servizio Find my Mobile è possibile da qualunque browser accedendo al link https://findmymobile.samsung.com

10. Ripristinare il dispositivo prima di rivenderlo
Se si ha l’intenzione di acquistare un nuovo dispositivo mobile e rivendere l’attuale come usato, bisogna assicurarsi di ripristinarlo alle condizioni di fabbrica. Il consiglio è quello di verificare che la cifratura sia attiva prima di eseguire la cancellazione dei dati, cosi che non rimangano informazioni e contenuti personali al suo interno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*