Super Mario 64 DS

Produttore: Nintendo
Sviluppatore: Nintendo
Lingua: Sottotitoli in Italiano
Versione: Pal
Genere: Piattaforme 3D
Giocatori: 1 – multiplayer
PEGI: 3

Molti di voi si ricorderanno dei vecchi tempi, di quando la Sony non aveva ancora creato la mitica Play, di quando le console migliori erano ancora prodotte dalla Nintendo, creatrice del personaggio videoludico più famoso mai esistito… Naturalmente sto parlando del grandissimo Mario, l’idraulico italiano dal berretto rosso che ha lanciato col suo capitolo più importante l’era dei videogiochi a 3 dimensioni.

Una volta esistevano praticamente solo i videogiochi a 2D, poi è uscito il Nintendo 64 con il suo titolo di lancio, Super Mario 64. Era assolutamente sbalorditivo per l’epoca: molto probabilmente impugnavi il primo joystick analogico della tua vita e ti muovevi realmente in tutte e 3 le dimensioni, in un mondo enorme dalla grafica sbalorditiva per il tempo, e ancora oggi piacevole. Dopo ben 9 anni dalla sua prima uscita, questo titolo che molti ritengono il re dei platform, torna con un remake per la nuova mini-console della casa nipponica, il nuovissimo Nintendo DS.

L’idraulico italiano/giapponese torna a stupire

Già dalla schermata principale, se siete dei veterani del mondo dei viggì, riconoscerete una musica che molto probabilmente avrete sentito l’ultima volta molti anni prima. La colonna sonora del gioco è rimasta invariata dalla sua versione originale, anche con alcune aggiunte, e torneranno ad accompagnarci per tutta la nostra avventura le leggendarie musiche che erano presenti nei giochi del Nintendo 64.
Inoltre, lo noterete fin dalle prime schermate, la grafica è veramente eccezionale per un gioco da console portatile. I personaggi e gli ambienti non sono dettagliati in quel modo maniacale che siamo abituati a vedere nei giochi moderni, ma sia per l’epoca in cui è stato creato questo titolo che per la potenza del Nintendo DS, il risultato è più che eccezionale, non risultando comunque mai sgradevole.

Tartarughe, funghi, principesse ed idraulici…

La struttura del gioco è molto semplice, ed è stata estremamente innovativa per l’epoca. Mario viene invitato con una lettera della Principessa Peach, sovrana del regno di Toadstool (popolato da uomini-funghi) con la quale l’idraulico ha una “tresca”, nel suo castello per… Si, mangiare una torta, niente di orignale per ora… Ma appena arrivato scopre che l’amata è stata rapita è prigioniera da qualche parte nella sua dimora da Bowser, re dei Koopa (delle sottospecie di tartarughe), ed eterno rivale del nostro eroe baffuto. Girando per la reale dimora scoprirete che potrete accedere ai vari livelli attraverso dei dipinti o muri magici, che vi trasporteranno in luoghi diversi. Il vostro obbiettivo comunque è quello di recuperare le stelle, oggetti che sono fonte di grande energia, rubati e nascosti in giro per il mondo precedentemente dal malvagio sovrano. Ce ne sono ben 150 da prendere, sparse per più di 20 livelli, con 4 totalmente inediti, non essendo presenti nella prima versione. E anche se ve ne basteranno 80 per accedere alla stanza dell’ultimo boss e così finire la storia del gioco, potrete sempre cercare tutte le stelle rimanenti, e se arriverete a 150 (impresa molto ardua) sbloccherete qualche divertente bonus del gioco.

Concludendo, è un “must” per chi ha il DS

A volte i “remake” non vengono ben accolti, essendo giochi “già visti” e creati anni prima. Ma questo titolo, che è stato una leggenda per tutti i videogiocatori che hanno vissuto l’era della Nintendo, è stato un piacere riaverlo tra le mani, e per di più con alcune novità e su una console portatile. Provate a pensarci, anche se è passato molto tempo dalla sua prima uscita, la grafica è ancora bella e valida per il nostro tempo.
La colonna sonora è assolutamente leggendaria per chi conosceva già l’idraulico rosso, e sono sicuro che anche i nuovi videogiocatori la troveranno piacevole e adatta ad ogni situazione. La struttura di questa avventura di Mario ha ispirato tutti i platform mai usciti (per esempio Crash sulla Play) e riesce a tenerti incollato allo schermo per più di 35 ore prima di farti dire: “Ok, l’ho finito completamente”. Per non parlare dei nuovi minigiochi che ti terranno attaccato al DS per ancora molto altro tempo… Concludendo, Super Mario 64 è stato una leggenda per il suo tempo, ed è ancora un validissimo titolo per oggi: se avete il Nintendo DS questo è un gioco che vi dovete comprare assolutamente.

Review a cura di Federico – Alias “Cumi”

Votazione:

Grafica: 10
Sonoro: 9.5
Giocabilitá: 9
Longevitá: 10
Voto Finale: 9.8
Nuovi livelli, nuovi personaggi, nuovi minigiochi rispetto alla versione precedente! Wario mal calibrato.

4.7

Consigliato da Overgame

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*