Overgame Oltre il gioco
Homepage
Visita il nuovo sito Overgame.it
HomePCPS2PS3PS4XboxXbox 360Xbox OneGameCubeWiiWii U3DSDSPSPPS VitaTecnologiaiPhoneAndroidWindows PhoneRetrogames
NewsVideoReviewsPreviewsEditorialiAnime - MangaGame CardGuide Strategiche Ufficiali - Libri - ArtBook - FumettiDVD - Blu-RayMovies - Serie TV
 SEGUICI SU:  facebooktwitterYoutube NewsletterSeguimi su Libero MobileBlog
Best games
Siti Partner
In collaborazione
Game Card - Wizards of Mickey
Gioco di Carte Collezionabili
Versione per la stampa Versione per la stampa - Commenta la review nel forum


I giochi di carte collezionabili sono una realtà ormai consolidata nel mondo dell’intrattenimento ludico, tanto che nemmeno il mondo videoludico ne ha ostacolato le incursioni, da Baten kaitos per GC a metal gear AC!D per PSP fino ad arrivare alle trasposizioni elettroniche della serie YU-GI-OH, uscite su quasi ogni console.
Uno dei primi GCC (gioco di carte collezionabili) e più diffusi ovviamente, è il millenario MAGIC: the gathering, ma da qualche tempo si è aggiunto anche il card game di WOW, che per struttura e utilizzo si discosta in modo non drammatico dal pluripremiato gioco prodotto dalla Wizard of the coast… tra i tanti card game che sono spuntati negli ultimi anni mi aspettavo di trovare di tutto, tranne uno prodotto in Italia da autori italiani e in grado di competere con i sopraccitati assi d’oltreoceano! È il momento di dare il benvenuto a Wizards of Mickey, un modo tutto nuovo di interagire con i personaggi Disney come nemmeno kingdom hearts ha saputo fare! L’idea alla base del progetto (principalmente editoriale, con storie a fumetti dedicate…) è di estrapolare i personaggi dal contesto che conosciamo e trasferirli in uno fantasy, misterioso e affascinante come si addice al genere che a distanza di anni attira a se ancora tantissimi giocatori, a seguito la descrizione di uno dei progetti editoriali/ludici più coraggiosi riusciti degli ultimi anni…

Descrizione del contenuto e tipologie di gioco
In commercio attualmente esistono 2 Mazzi Introduttivi, il blu ospitante Topolino e il rosso Gambadilegno. In ogni confezione sono contenute 8 Carte Castello divisi a coppie di colore differenti, 3 Carte Mago, 40 Carte Magia, 12 segnalini Diamagic, anch’essi divisi per colore a mazzetti di 3, completano la confezione il desk per giocare e il regolamento. Come tutti i giochi di carte tutti i potenziamenti e le eventuali espansioni vengono venduti a parte in buste singole da 9 carte ciascuna.
Tutto in Wizards of Mickey è diviso per colore: rosso, verde, giallo e blu il tutto suddiviso in altri 3 gruppi principali: maghi, magie e castelli.
I maghi sono i nostri personaggi giocanti, le magie sono le armi utilizzabili da ciascuno di essi e i castelli sono il “terreno” di gioco ospitante il duello. Il castello in cui si compie la sfida determina alcune caratteristiche a cui sono soggetti i maghi e le magie, queste ultime si differenziano tra loro per potenza e duttilità. Ogni giocatore per poter cominciare una partita deve avere a disposizione uno dei due mazzi base, nella composizione del proprio deck e bene valutare chi schierare tra i maghi tenendo presente le tipologie di magia che hanno a disposizione(ogni mago ha il suo set diviso per colore un mago con dominante rossa non potrà utilizzare una carta magia con dominante blu e così via …) e il team di appartenenza, infatti schierare nello stesso gruppo maghi di schieramenti differenti comporta una penalità. La vittoria di una squadra si determina dal numero di Diamagic conquistati al termine della sfida chi riesce a possederne 6 ha vinto. Ogni Diamagic messo in palio influisce sul corso della sfida penalizzando o valorizzando uno o l’altro team con bonus e malus differenti. E bene sottolineare che sebbene il gioco sia pensato per sfide uno contro uno, è possibile, con variazioni minime, portarlo a sfide fino a quattro giocatori divisi per fazioni.

Quello che si avvince dopo un’attenta analisi è la capacità del gioco di coinvolgere chiunque dal primo momento in cui si mette mano alle carte, se è palese il fascino dell’imparagonabile qualità grafica del prodotto (le carte sono illustrate dai membri dell’accademia Disney…scusate se è poco!), era in dubbio la qualità del gioco in se, prodotto quantomeno atipico nel panorama delle carte collezionabili… dubbi ormai dissolti dopo poche partite, il gioco è costruito su regole semplici e difficilmente limitanti alla fruibilità pressoché universale. Un gioco a mio avviso splendido da vedere e da giocare, un qualcosa di cui l’industria italiana può andare fiera… speriamo sia supportato in maniera degna come merita... provatelo, ne vale la pena.
Editoriale a cura di:
Toni Viceconti
 Game Card
| Newsletters | Staff | Contatti |
  © Overgame.it La riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo sito è vietata. I marchi, le immagini e la grafica esposta appartengono ai relativi proprietari.