Borderlands 3

Produttore: 2K
Sviluppatore: Visual Concepts
Lingua: Italiano
Versione: Pal
Genere: Sportivo
Giocatori: 1 – multiplayer
PEGI: 3

Borderlands è tornato con tutto il suo carico di hype e di esagerazioni in ogni senso.
Dopo ben sette lunghi anni dall’ultimo episodio il brand è tornato nelle sapienti mani di Gearbox il gioco ritorna alle origini con la solita grafica e la struttura del gameplay che ha marcato i confini del looter-shooter per sempre. Tutto è caotico ed è un trionfo di power-up per avere la meglio sui nemici.
Un gameplay che rivede preponderante la componente ruolistica e che quindi non tradisce i fan della prima ora.  Un grandioso rilancio per un brand che rischiava di perdere appeal e smalto ma che alla fine è ritornato sulla cresta dell’onda.

CAOS ALLO STATO PURO

La trama vede un gruppo di cacciatori che si alleano a Lilith, il capo dei Crimson Raiders che vogliono porre un limite al potere delle cripte. Questa volta a metterci i bastoni tra le ruote ci saranno i Gemelly Calypso come principali antagonisti.
L’intreccio è abbastanza basilare anche se naturalmente si punta sempre tutto sull’aspetto dell’azione. I personaggi però hanno la solita personalità spiccata di sempre e i dialoghi sono sempre sopra le righe ad alto tasso di volgarità.
Per chi si è affezionato particolarmente a Handsome Jack possiamo anticipare che è presente una side quest che introdurrà vari elementi sul suo passato e sulle sue vicende.
Come sempre dovremo sparare senza sosta a tutto ciò che è in movimento spostandoci per tutti i pianeti della galassia di Pandora.
Il tutto per un trenta ora di gameplay fittissimo che non vi farà mai pentire né stancare.

SISTEMA DI COMBATTIMENTO SCATTANTE

Il gioco vede una frenesia di fondo con movimenti molto dinamici rispetto al passato. Potremo fare grandi scivolate o salti al limite della fisica per sfruttare al meglio lo scenario per movimentare le sparatorie.
Le stats e le cifre hanno ancora un’importanza fondamentale nella dinamica di gioco e quindi l’elemento rpg farà sempre la differenza negli scontri.
Grandiosa come sempre a questo proposito la gestione delle armi con tantissimi contenuti e combinazioni. Tutte le armi dai fucili a pompa, alle armi corte fino ai bazooka di ghiaccio sono divertentissime da provare  e quindi sarete spinti a testarle tutte quanto prima.
In aggiunta a tutto questo notiamo anche un grande assortimento di proiettili e funzionalità supplementari al limite dell’incredibile dove ogni drop raro sarà un incentivo sicuramente a trovare il successivo.
La caratterizzazione quindi dei 4 cavalieri con skill tre volte più numerose rispetto al passato vi faranno passare tante e tante ore per cercare di raggiungere il level cap. Ogni strategia e combinazione poi potrebbe variare il risultato.
Le super abilità dei cavalieri si vanno a sommare agli alberi delle abilità e questo incrementerà nettamente longevità e divertimento negli scontri. Starà poi a noi scegliere quale abilità migliorare maggiormente e su cosa puntare, dalla resistenza, al danno fino alle abilità di guarigione.
Il bello è giocare in cooperativa e quindi coniugare le proprie abilità con quelle dei compagni per formare il team perfetto.
I personaggi poi per quanto concerne le classi sono magistralmente caratterizzati sia per quanto concerne la Sirena che FI4k, Moze e Zane.

ESPLOSIONI DAPPERTUTTO

La formula di gioco è comunque quella del secondo capitolo. Ci sono quindi le quest principali e quelle secondarie e non molto altro fino al termine del gioco.
Gli scenari si compongono di macro aree che potremo esplorare per il looting e i collezionabili. Qualche problema di navigazione e di interfacce ma nulla che possa eccessivamente inficiare l’esperienza di gioco generale.
Le missioni secondarie comunque possono sempre essere affrontate in un secondo momento dopo avere completato il filone principale.
Potremo poi sempre cimentarci al termine con il livello Caos in modo da rendere i nemici più difficili da abbattere e i nostri proiettili meno potenti e così aumentare il livello di sfida e di divertimento.
Potremo anche rigiocare la campagna per intero in modalità Vero Cacciatore della Cripta e quindi riesplorare i pianeti già sbloccati e ottenere così anche gettoni Campione per migliorare ulteriormente il nostro avatar. In questo modo la sperimentazione delle abilità è veramente infinito.

L’ASPETTO DI PANDORA

Dal punto di vista tecnico il gioco vede un miglioramento della grafica con effetti renderizzati e un ottimo toon shading ricco di particolari.
Le aree poi sono vaste ma pur sempre ben caratterizzate dalle caverne, alle paludi, passando per i deserti.
Durante le sparatorie poi tutto è fluido e senza cali drastici di framerate. Buono anche il comparto sonoro, soprattutto per quello che concerne gli effetti delle sparatorie.

Un ritorno in grande stile che gli appassionati non faticheranno ad adorare e coloro che si approcceranno per la prima volta potranno trovare sicuramente molto gradevole.

Review a cura di Luca Longobardi

Votazione:

Grafica: 8.5
Sonoro: 8.5
Giocabilitá: 9
Longevitá: 8
Voto Finale: 8.5
Un more of the same dove tutto è migliorato; le quest secondarie potevano essere studiate meglio.

3.5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*