Diablo III: Ultimate Evil Edition

Diablo3UltimateEvilEdition

 

Produttore: Blizzard
Sviluppatore: Blizzard Entertainment
Lingua: Italiano
Versione: Pal
Genere: Action – Gioco di Ruolo
Giocatori: 1 – multiplayer
PEGI: 16

 

Diablo III è sbarcato su Pc all’incirca due anni fa e l’hype generato era stato veramente incredibile. Il gioco era eccelso seppur con qualche semplificazione di troppo, che ha fatto storcere e non poco il naso a tutti gli appassionati.
Con l’arrivo della prima espansione però Reaper of Souls i problemi sono stati parzialmente risolti e quindi ci arriva su console next gen questa Ultimate Evil Edition che ci offre tutti gli elementi di maggior positività di questo titolo con anche qualche bella sorpresa che non guasta mai.

QUESTIONE DI PAD

Come è evidente che sia il sistema di controllo è stato costruito tutto attorno al pad essendo il gioco pensato appositamente per console in questa versione. Va da sé che il gameplay in questo caso ne esce leggermente modificato. Ci muoveremo quindi con la levetta analogica e il targeting sarà basato sulla vista degli avversari in maniera subitanea.

I colpi mortali sono sempre spettacolari così come le skill avanzate di un certo livello. Gli amanti dell’hack n’ slash saranno quindi soddisfatti e pienamente appagati anche da questo sistema. Lo sviluppo dei personaggi è stato invece affidato al Paragon System che semplifica la crescita del personaggio soprattutto per i veterani. Anche i grind sono stati eliminati e resi più redditizi e infatti a ogni run troveremo sempre qualcosa di parecchio appetibile.

END GAME NUOVO DI ZECCA

Il nuovo End Game prevede che una volta finiti gli atti potremo tranquillamente affrontare l’adventure mode che ci permetterà di esplorare varie zone e affrontare tutti i vari boss che ci permetteranno di potenziarci. Con il sistema di Nemesi potremo quindi anche scorrazzare per le friend list degli avversari e invadere campagne altrui per potenziarsi a dismisura. Il multiplayer risulta quindi essere il fulcro del titolo anche su console e anche privo di Battlenet pare proprio essere stabile e preciso in piena tradizione Blizzard.

Potremo anche sfruttare il cosiddetto Apprentice Mode che ci permetterà di seguire le gesta di un avventuriero con più esperienza e trarne quindi anche grandi benefici per il nostro.  Il sistema di aste è stato finalmente tolto di mezzo e la campagna potrà essere giocata interamente offline.

NON E’ TUTTO ORA CIO’ CHE LUCCICA, SOPRATTUTTO IN UN GDR

Apparentemente il gioco, in questa sua incarnazione per console, sembra non avere difetti. E invece non è vero, anche se va detto che tali difetti non rovinano particolarmente l’esperienza di gioco.

La versione Ps4 è stata migliorata graficamente anche se il motore grafico rimane pur sempre un po’ antiquato e vetusto. Questo si traduce in cali di framerate piuttosto evidenti nelle fasi di combattimento più concitate. Anche il problema delle classi non è stato pienamente risolto. Potrebbero essere state rese un po’ più varie e anche il Crusader, appena introdotto, sembra soffrire di questa monotonia di fondo.

I contenuti aggiuntivi su console poi sono un po’ troppo scarni e quindi riteniamo che gli aficionados si indirizzeranno sicuramente verso la versione classica per Pc.

Un’edizione completa ed esaustiva di Diablo III che anche joypad alla mano offre delle buone soddisfazioni e dei momenti di divertimento profondi e avvincenti. Un must have per tutti quelli che sentono la mancanza di gdr hack n slash di qualità su console.

 

Review a cura di Luca Longobardi

Votazione:

Grafica: 7.5
Sonoro: 8.5
Giocabilitá: 8.5
Longevitá: 8.5
Voto Finale: 8.5
L’edizione più completa di Diablo III, peccato che su console le pecche grafiche si notano molto di più.

3.5

Offerte Amazon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*