Splinter Cell

Produttore: Ubi Soft Entertainment
Sviluppatore: Ubi Soft Montreal
Lingua: Italiano
Versione: Pal
Genere: Azione
Giocatori: 1
PEGI: 12

E’ stato annunciato, decantato, atteso, sudato, voluto, creato, ma alla fine è arrivato: Splinter Cell.
L’ennesimo titolo di spionaggio attivo, guerra passiva o come cavolo volete chiamarlo, l’evoluzione intelligente del Rambo caciarone anni 80.
Ed è una cannonata. Dopo aver mietuto successi con i videogames tratti dai suoi romanzi e parliamo di Rainbow Six, Rogue Spear e Ghost Recon, il bravissimo Tom Clancy firma il primo gioco originale nel senso di creato appositamente per il pc, Sprinter Cell, e direi che ha fatto centro.
In se stesso il gioco non è un format originale anzi, è esplicitamente ispirato a Metal Gear Solid o Deus Ex, ma tecnicamente migliora entrambi e setta un nuovo standard per questo tipo di giochi.

La storia ha come protagonista Sam Fisher, agente super mega speciale, membro dei Navy Seals, membro della CIA, esperto in armi speciali, insomma un uomo da un milione di dollari, e adesso membro di Third Echelon, nome tristemente famoso a chi si occupa di cospirazioni internazionali. Due agenti speciali americani inviati nell’ex Unione Sovietica e per la precisione in Georgia, spariscono nel nulla e Sam Fisher è incaricato di ritrovarli. Come detto la trama è semplice ma per arrivare a trovare i due agenti, be… il divertimento è tutto li.
Vi spaventerete, questo è sicuro, quando cercherete di capire i comandi del gioco ma resterete anche estremamente stupiti quando vi accorgerete di quanto sono semplici e intuitivi, li imparerete subito e l’allenamento che farete prima dell’inizio della missione è una gran trovata, riuscendo a rendere piacevole integrandolo nel gioco una delle cose più fastidiose, l’apprendimento dei comandi.
I movimenti sono resi fantasticamente e oltre ad essere veramente tanti ( può fare praticamente ogni cosa possibile nda ) hanno una resa grafica che ha dell’incredibile, ma ne parleremo più dettagliatamente dopo. Per compiere le sue missioni anche superman ha bisogno dei raggi laser, barman dei bat-ogni cosa possiate pensare e Goldrake dell’alabarda spaziale; e qual è l’alabarda spaziale di Sam? Una marea di armi e oggetti speciali che in confronto James Bond pare il piccolo chimico.
Ci sono attrezzi da scasso super tecnologici, fibre ottiche per spiare i nemici, microcamere da sparare per spiare le nemiche mentre fanno al doccia, gas tossici, mine, granate, fucili e pistole sofisticatissimi, tricchetracche e castagnole, insomma un arsenale di prim’ordine, anche se a conti fatti le armi vi serviranno sul serio poche volte, infatti la vostra missione deve essere giocata principalmente sulla segretezza, sul passare inosservati, sul colpire nemici e nascondere i corpi per non dare allarme, ma se per caso vi servissero pistole e altro state attenti, usate con parsimonia le munizioni, potrebbe essere difficile trovarne altre.

Graficamente non ci sono paragoni, potrei chiudere il discorso grafica con una sola parola: unica.
Il gioco vanta una grafica pazzesca, il gioco di luci e ombre darà l’impressione di giocare un film piuttosto che un videogames.
Il merito di tale miracolo è da dare al motore grafico, quello realizzato da Epic Games per Unreal. Se proprio volgiamo trovare il pelo nell’uovo (io una volta ne ho trovato uno, giuro: era quello del cuoco nda ) è qualche minimo rallentamento ma di fronte a tanto ben di dio… Non c’è paragone.

Il Sonoro non è certo il punto di forza ma non è niente male, le musiche i sottofondo rendono bene l’atmosfera anche se sono un po’ ripetitive e alla lunga non è che stanchino ma quasi.
Per contro il doppiaggio con la voce di Luca Ward, ovvero colui che doppia Russel Crowe e Keanu Reeves rende molto.

La Longevità è un altro punto a favore; se da un lato il numero di missioni è relativamente basso, sono infatti 9, dall’altro va detto che vi terranno impegnati non poco data la complessità che farà si che gestiate in maniera molto attenta la vostra partita. Non fraintendiamo però, non vi annoierete mai, vivrete sempre con emozione ogni singolo passo che farete. I filmati, pochi e di qualità sufficiente, non interromperanno il gioco limitando quindi il vostro divertimento, saranno il giusto contorno alle missioni, completeranno quel tanto che basta. Rispetto al pc la ersione per X-Box permette di salvare solo in determinati punti rendendo quindi la sfida migliore, più interessante anche se qualche punto particolarmente difficile potrebbe diventare irritante se non riuscite a salvare quando serve per non doverlo rifare un sacco di volte.

In conclusione un gioco quasi perfetto, non ci sono appunti importanti da fare, sicuramente un gioco che vale il vile denaro che impiegherete a comprarlo (circa 52 euro nda). Dovrete avere pazienza, la pazienza di lavorare ad un gioco che di contro saprà ricompensarvi con emozioni fantastiche, tutto grazie alla grafica ottima, alla giocabilità ottima, ad un sonoro accettabile e ad una trama che nonostante sia quasi scontata, lascia ampi spazi al divertimento.

Review a cura di Andrea

Votazione:

Grafica: 9.5
Sonoro: 9.2
Giocabilitá: 9.5
Longevitá: 9
Voto Finale: 9.5
Coinvolge, stupisce e ricco di novità, che volete di più; Il joypad dell'Xbox è troppo scomodo.

4.5

Consigliato da Overgame

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*